dal team

La dispensa vegetale di Cristina @good_food_lab

La dispensa racconta molto delle nostre abitudini alimentari. La mia, per esempio, è piena zeppa di vasetti di forme e dimensioni differenti, in cui conservo tutti gli ingredienti della mia dispensa vegetale.

Come potrai immaginare, organizzazione e ordine sono indispensabili quando si ha a che fare con tanti alimenti diversi, farine e polveri che possono confondersi facilmente.

Per cui, poche ma importanti regole per conservare bene gli ingredienti della dispensa!

  1. Acquista il giusto. Resisti alla tentazione di far scorta, e compra soltanto quello che pensi di consumare prima della scadenza. Se ti serve un ingrediente in particolare, ma la confezione che trovi al supermercato ti sembra troppo grande, ricordati che puoi comprare sfuso.
  2. Conserva gli ingredienti in vasetti di vetro per evitare che irrancidiscano, che perdano di croccantezza o che subiscano gli attacchi di farfalline e muffe. Saranno anche più ordinati e belli da vedere.
  3. Raggruppa gli alimenti per categoria. I fagioli con gli altri legumi, mandorle e nocciole con la frutta a guscio. In questo modo saprai già dove andare a recuperare quel che ti serve senza svuotare tutta la dispensa!
La mia dispensa vegetale è ricca di legumi secchi, di ogni tipo! Dai più classici a quelli un po’ più ricercati, sono una base perfetta per tantissimi piatti deliziosi.

LEGUMI

Nella mia dispensa ci sono sempre ceci, fagioli e lenticchie. Ma mi piace anche collezionare legumi più particolari – varietà antiche o IGP. Cuocerli in casa è la scelta migliore, ma vale la pena tenere anche qualche vasetto di legumi già lessati per ricette last minute, oltre a farine di ceci, lenticchie rosse e lupini per arricchire qualunque impasto (anche dolce!).

CEREALI E PSEUDO CEREALI

Non solo pasta e riso, ma una vasta gamma di chicchi, molti senza glutine e ricchi di nutrimenti preziosi: avena, farro, grano saraceno, miglio, quinoa e sorgo. Sono perfetti per tutti i pasti principali – colazione compresa: in questo caso, sceglili in fiocchi oppure soffiati. E cerca di consumare cereali diversi, alternandoli, e preferibilmente integrali: ne gioverà il tuo intestino.

SEMI OLEOSI E NOCI

Nocciole, mandorle e noci di ogni tipo sono ottimi come piccoli spuntini, ma anche per arricchire i piatti principali. Insieme ai semi – di sesamo, girasole, zucca, canapa e lino – sono una parte consistente della mia dispensa: ricchi di energia, minerali e vitamine, ma soprattutto sono una fonte importantissima di grassi omega-3 e omega-6.

COCCO

Non può assolutamente mancare, in tutte le forme: a scaglie, rapè, in farina, ma anche il suo latte, il suo olio e lo zucchero ricavato dai suoi fiori. Da poco ho scoperto il latte di cocco in polvere ed è un ingrediente utilissimo non solo per le ricette dolci, ma anche per curry, minestre e per mantecare il risotto!

Dispensa vegetale Cristina Mauri
Mi piace conservare i miei ingredienti nei vasetti di vetro: sono comodi, igienici e belli da vedere!

CIOCCOLATO & CO

Eh sì, anche chi segue una alimentazione vegetale è goloso di cioccolato! La cosa fondamentale per me è che sia FairTrade, così come il caffè, il cacao crudo e il burro di cacao puro – perfetto per sostituire il burro tradizionale negli impasti.

LATTE VEGETALE

Se non hai tempo di prepararlo in casa, le alternative che si trovano in commercio sono altrettanto buone – preferiscilo senza zuccheri aggiunti e con la lista ingredienti più corta possibile!

DOLCIFICANTI NATURALI

Per aggiungere un tocco di dolcezza sempre meglio evitare lo zucchero e mettere in dispensa sciroppo d’acero puro, zucchero di cocco – che ha un meraviglioso sapore di caramello – datteri e zucchero di datteri.

ALIMENTI ESSICCATI

A pezzi o ridotti in polvere, c’è sempre spazio per frutti e ortaggi essiccati: sono antispreco, si conservano più a lungo e grazie al processo di disidratazione sprigionano un aroma più intenso.

Cristina Mauri

ALLA TASTIERA

CRISTINA MAURI
Laureata in cinema, editor per la tv, da quando sono mamma, trascorro tantissimo tempo in cucina. Ho poche pentole, parecchi accessori e una grande dispensa piena di ingredienti a volte insoliti, il più possibile sostenibili e plastic free che raccontano l’impegno di tutta la famiglia nel ridurre la nostra impronta ecologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *